LEASE-BACK IMMOBILIARE

D.P.R. 28 luglio 1950 n°895
03/08/2015
LEASING STRUMENTALE
03/08/2015
LEASE-BACK IMMOBILIARE

Il leasing back è un’operazione sostitutiva del mutuo per liquidità ed è proposto dal sistema creditizio, in alternativa a quest’ultimo, solo ed esclusivamente per una questione di rischio. Il leasing back prevede, infatti, il passaggio di proprietà del bene dal richiedente alla società di leasing, dietro un corrispettivo, per essere successivamente locato allo stesso cedente, il quale rientra nella proprietà mediante il riscatto dopo aver corrisposto i canoni (le rate) concordati.

Questo genere di richieste vengono accettate per finalità evolutive, non solo quindi per ripianare eventuali passività, le quali potrebbero essere interpretate come un sintomo di “malessere”. In oltre, il leasing back, essendo un’operazione considerata più a rischio rispetto ad altre, il tasso di interesse potrebbe lievitare anche di mezzo punto percentuale rispetto al tasso praticato per un’operazione di leasing ordinario.

La nostra Azienda collabora con alcune fra le migliori banche, italiane ed estere, specializzate in operazioni di leasing di ogni ordine e grado, compreso quindi il leasing back, le quali offrono condizioni veramente interessanti. Per il leasing back, ammortamento fino a 12 anni con la possibilità di un valore residuo finale (di riscatto) fino ad 1/3 (un terzo) dell’importo complessivo (rinegoziabile alla scadenza), il che equivarrebbe ad un canone dimezzato rispetto ad una normale operazione di leasing back. Il tasso di interesse per il leasing back è considerato a partire da uno spread di punti 1,5 sopra l’Euribor. Vale a dire che se l’Euribor quota il 2% il tasso di interesse che ne deriva sarà del 3,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.